Diciassette gattini sgozzati trovati in una scatola sul marciapiede: l’ombra dei sacrifici animali

Sgozzati 17 gattini. Erano nati da due giorni e sono stati uccisi in modo atroce.

Sono stati trovati in una scatola abbandonata sul marciapiede a Lavinio, frazione di Anzio, vicino Roma.

Le piccole carcasse erano in parte nella scatola di cartone e in parte buttati sul marciapiede.

Un uomo residente nella quartiere e una donna di Roma hanno notato i gattini morti ed hanno dato immeditamente l’allarme alla polizia locale, che ha avvertito il servizio veterinario.

E’ stato accertato che i gattini avevano la testa fracassata e tagli alla gola. Indagini in corso per capire se si tratta di riti con sacrifici di animali.

 

Diciassette gattini sgozzati trovati in una scatola sul marciapiede: l'ombra dei sacrifici animali

 

Sono atti spregevoli, condannabili sotto tutti i profili eseguiti nei confronti di animali privi di qualsiasi difesa – ha dichiarato il comandante Ierace a LatinaOggi -.

Non è ben chiara la motivazione che ha potuto spingere l’esecutore a tali crudeltà nei confronti di questi cuccioli non escludendo l’eventuale uso degli stessi per eventuali possibili riti.

Non escludiamo allo stato quindi alcuna pista e chiediamo a chi sappia qualcosa di riferirlo alla polizia locale. Stiamo procedendo all’acquisizione di immagini su alcune telecamere presenti nel tentativo di risalire agli autori dei fatti

Diverse sono peraltro le segnalazioni che giungono al Corpo circa maltrattamenti di animali e incurie che spesso sfociano in aggressioni degli animali maltrattati nei confronti di alcuni cittadini.

Spesso ci troviamo anche ad intervenire in caso di morsicature di cani lasciati incustoditi dai proprieta

ri procedendo nei confronti degli stessi con sanzioni ed emissioni di ordinanze per intimare il rispetto delle norme, ma questo caso contempla atti veramente spregevoli“.