Condividi

La dieta del gruppo sanguigno 0 positivo o negativo si basa sul fatto che sia il primo gruppo, quello più antico e che possa trovare quindi rappresentanza nell’uomo preistorico. Per questo motivo la dieta del gruppo sanguigno 0 è soprannominata anche deita del cacciatore. Il menu del gruppo 0 privilegia quindi alimenti di origine animale (specialmente carne e pesce) riducendo notevolmente il consumo di latticini, frutta secca, legumi e cereali prestando però attenzione agli alimenti consentiti e a quelli nocivi. Ecco un esempio di giornata tipo con il menù della dieta del gruppo sanguigno 0:

Colazione: Tè verde, pane ai germogli e un uovo; oppure: un uovo, 3 nocciole e qualche seme di girasole
Pranzo: un piatto di carne a scelta (preferibilmente scegliete tra il tipo di carne consentita nella dieta del gruppo 0: agnello, manzo, capriolo, cuore e fegato, montone e vitello, anatra, coniglio, lepre, cappone, pollo, tacchino, fagiano) condito con curry e paprika.
Merenda: Un pinzimonio di verdure (preferibilmente la verdura consentita nella dieta del gruppo 0: carciofi, asparagi, cetriolo, finocchio, pomodoro, ravanello, rucola, sedano e zucchine).
Cena: una zuppa di legumi e/o pesce (preferibilmente scegliete tra gli alimenti consentiti nella dieta del gruppo 0: aringa, luccio, merluzzo, persico, pesce spada, ricciola, salmone (non affumicato), sardina, sgombro, sogliola, storione, trota, acciuga, anguilla, aragosta, carpa, cernia, cozze, gambero, granchio, lumache di terra, orata, ostrica, passera di mare, tonno, triglia, vongole)

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteVaccini, bombe carta con chiodi contro il ministro Lorenzin
Prossimo articoloCollo da sms: la postura scorretta causata dallo smartphone