Condividi

Poco movimento, abuso di cibo, bombe alla nutella e magari qualche cocktail. Inevitabile aver preso qualche chilo (in media 2-3) e accumulato tossine.

Ora, dopo le sregolatezze e l’anarchia alimentare dell’estate, è giunto il momento di darsi delle regole per rimettersi in forma. Visto che non c’è l’ansia della prova costume, si può approfittare per depurarsi in modo profondo e iniziare un nuovo regime alimentare che possa diventare un’abitudine per tutto l’anno.

Abbiamo chiesto alla dottoressa Maria Gabriella di Russo, Specialista in Idrologia Medica e terapia dell’obesità, un decalogo per perdere peso in modo intelligente depurando l’organismo e facendo un pieno di vitamine e Sali minerali utili a riprendere i ritmi di vita e lavoro.

Bere

Almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno. L’acqua è un valido mezzo per disintossicare e ripulire l’organismo dalle scorie, stimolare il metabolismo e reidratare le cellule. Per eliminare scorie e tossine accumulate sono ottimi anche tè verde e succo di pompelmo.

 

Dieta crudista

È un regime alimentate naturista che prevede di non cuocere il cibo. Mira alla conservazione dei principi nutritivi termolabili come le vitamine e gli antiossidanti. E’ una dieta alcalina, gli alimenti crudi possono essere mangiati a sazietà e ciò favorisce il dimagrimento. Frutta, verdura, alghe a volontà, pesce carne e uova e derivati del latte solo rigorosamente crudi e non pastorizzati. È’ preferibile seguirla solo per pochi giorni perchè può indurre tensione addominale, meteorismo e flatulenza.

Risultati immagini per dieta crudista

Zucchero e sale

Meglio limitarne il consumo. Invece del sale bianco, si può condire con i sali integrali ( rosa dell’Himalaya, grigio dell’Atlantico, rosso del Pacifico e nero delle Hawaii): danno sapore con minime quantità e, in più, forniscono preziosi minerali tonificanti. Al posto dello zucchero bianco si può usare il miele (ricco di enzimi) e lo sciroppo d’acero, che stimola la diuresi e drena cellulite e ristagni.

Risultati immagini per sale rosa

Cereali

Tutti i cereali appartengono alla famiglia delle graminacee e sono ricchi di sali minerali, zuccheri complessi, proteine e vitamine per cui sono perfetti. Meglio ancora se sono integrali perché, rispetto a quelli raffinati, sono più ricchi di fibre e aiutano ad eliminare le scorie.

Immagine correlata

Pesce

Il pesce è più proteico (ricco di proteine ad alto valore biologico) e possiede caratteristiche nutrizionali uniche poiché è ricco di acidi grassi essenziali che prevengono le infiammazioni e lo stress oltre che essere molto digeribile e poco grasso. Consumarlo almeno quattro volte a settimana. Meglio scegliere pesce azzurro ed evitare pesci grandi come tonno o spada, gamberi e molluschi.

Frutta e verdura

Devono abbondare per facilitare il drenaggio dei liquidi. La frutta è fondamentale perché oltre a depurare rinfresca e apporta vitamine. Importante è preferire quella ricca di Vitamina C come kiwi, papaia e agrumi, oltre che frutti di bosco, mela, ananas, cocomero. Le verdure più depuranti sono carciofo, cicoria, radicchio, indivia e cavoli ricchi di sostanze fitonutrienti, peperoni rossi ricchi di vitamine e poveri di potassio, lattuga alto potere saziante.

 

Caffè

Per una settimana, sarebbe meglio evitarlo perché è una sostanza nervina stimolante che agisce sul sistema cardiovascolare, endocrino e nervoso. Alla lunga può dare acidosi. L’ideale è berne due di cui uno decaffeinato.

 

 

Coriandolo

Alcuni cucchiai di pesto di coriandolo o integratori di coriandolo in compresse sono un buon rimedio per pulire l’organismo dall’effetto negativo dei metalli pesanti come il mercurio, l’arsenico e il piombo, che si depositano nei tessuti e negli organi interni a causa della contaminazione ambientale e di una dieta errata. Inoltre, favorisce un corretto metabolismo dei carboidrati. Il coriandolo si può consumare aggiungendolo a succhi e frullati ma anche come condimento nell’insalata, fagioli, salse fresche e altri piatti.

Risultati immagini per coriandolo

Movimento

Importante camminare per almeno un’ora a passo discreto almeno 3 volte a settimana. Per chi è più allenato, meglio ancora la corsa. L’ideale sarebbe una sala pesi, attrezzata e seguita da istruttori competenti.

Respirazione

Una buona e profonda respirazione influenza il sistema linfatico che a sua volta stimola la disintossicazione migliorando l’ossigenazione cellulare. Una buona respirazione inizia dalla parte bassa dell’addome.

Risultati immagini per respirazione

 

huffingtonpost

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteTumore alla prostata, scoperta rivoluzionaria: si potrà curare con esame del sangue, senza intervento?
Prossimo articoloSi ferma a fare benzina e dimentica la moglie all'autogrill