Condividi

Momenti di caos nella serata di ieri a Mestre in una abitazione privata, che ha visto impegnata due equipaggi della polizia di Stato, alle prese con un giovane violento ed alterato dall’alcool.

Un giovane di 26 anni è stato denunciato per legioni, resistenza, oltraggio e minaccia aggravata a pubblico ufficiale. il 26enne, originario della provincia di Bergamo, versava forte stato di alterazione a causa dell’acool.

Gli agenti sono intervenuti dopo una brutta aggressione alla fidanzata

Secondo quanto rivelato dalla vittima, l’uomo, attorno le 22 circa sarebbe andato su tutte le furie aggredendo verbalmente prima e fisicamente poi la giovane.

La donna, impaurita, avrebbe cercato di calmarlo invano, e approfittando di un momento di distrazione del ragazzo, sarebbe scappata di casa.

Sul pianerottolo – si legge sul Gazzettino – la giovane sarebbe stata raggiunta, fino all’intervento di un vicino di casa che avrebbe poi richiesto l’intervento del 113

Il vicino si sarebbe frapposto fra i due riuscendo a far rifugiare la ragazza all’interno della propria abitazione, togliendola dalle grinfie del fidanzato.

I poliziotti, giunti sul pianerottolo, hanno cercato di calmare il 26enne che di tutta risposta ha cominciato a inveire e minacciare gli agenti di morte

Una delle minacce, tra le più gravi, avrebbe urlato “Vi taglio la testa”.

In quattro sono riusciti a bloccarlo e arrestarlo.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedentePaura ad Asiago: maltempo improvviso, tromba d'aria si abbatte su una contrada / VIDEO
Prossimo articoloPoliziotto morto in servizio, lo strazio dei colleghi: "nessuno di noi avrebbe mai immaginato ..."