Dimagrire senza sacrifici! 2 settimane di dieta senza soffrire

La domanda da milioni di dollari (o euro?) è sempre quella: ma posso dimagrire senza seguire una dieta stretta, senza fare ogni giorno sacrifici, patire la fame e sentirmi debole?

Ed è una domanda importantissima, soprattutto dal punto di vista psicologico: riuscire a sentirsi più belli e magri senza soffrire fa bene allo spirito, prima di tutto. Ed è comprovato che almeno il 50% delle persone che sono a dieta sono più depresse.

Come combattere il malessere? Come poter ritrovare la propria forma fisica senza patire psicologicamente, senza stressarsi, e mantenendo una dose sufficiente di energia fisica e mentale per affrontare gli impegni di ogni giorno? Domanda difficilissima. Ma non senza risposta!

Provate ora a seguire la nostra dieta: comporta circa 1300 calorie e va seguita per 2 settimane, che è anche il tempo minimo necessario – ricordatelo – per riequilibrare gli ormoni del nostro corpo. Contrasterete la fame senza sacrifici e darete un grande aiuto alle vostre capacità depurative, drenanti e quindi anche dietetiche.

Per 15 giorni dovete, innanzitutto, rinunciare all’alcol. Anche a quel bicchiere di vino a pranzo o a cena che si beve più per abitudine che per altro. Se siete invitati ad aperitivi, non rinunciateci affatto: potete scegliere di ordinare un cocktail alla frutta analcolico o – ancora meglio – un succo di pomodoro “scondito” (senza olio, ma con succo di limone e paprica).

Altra indicazione – che mai ci dimenticheremo di darvi – è quella di imporvi di bere per 15 giorni 1 litro e mezzo o 2 litri di acqua. Acqua naturale o comunque iposodica. Potete portarvi la vostra bottiglia ovunque – in ufficio, in giro per negozi, in riunione, in palestra… -. Fatelo! Questo non è affatto un sacrificio. E anzi vedrete quante persone seguiranno il vostro esempio!

Infine, parliamo dei condimenti. E’ buona educazione alimentare cuocere solo con grassi a crudo. Ma per questi 15 giorni – e non lo troverete affatto uno sforzo – usate solo e solamente olio extravergine di oliva (versato a crudo sugli alimenti) nella dose massima di 2 cucchiai al giorno. Siamo certi che questa abitudine, in realtà, vi piacerà molto e l’adotterete anche al di fuori della dieta dimagrante.

Ecco allora il menù da seguire.

Tutti i giorni, a colazione: un frutto di stagione, uno yogurt magro con 30 grammi di cereali, the o caffè.

A metà mattina: un frutto di stagione (oppure una mela o un kiwi)

A merenda: un centrifugato di carote o sedano o, a scelta, un frullato di sola frutta fresca (senza latte). The o caffè.

Prima di dormire: una tisana di semi di finocchio.

Lunedì:

– a pranzo: 60 grammi di riso basmati, un’insalata con cetrioli, pomodori, sedato e carote a fettine e striscioline di pollo ai ferri (100 grammi), succo di limone e spezie a scelta.

– cena: zuppa di porri – con 100 grammi di porri, brodo vegetale con poco sale, timo, maggiorana, 2 cucchiaini d’olio -, 150 grammi di seppie arrostite, 150 grammi di insalata belga o indivia. 30 grammi di pane di segale.