Dipendenti e pensionati, una batosta pesantissima: la notizia purtroppo è ufficiale

Chi ha percepito gli 80 euro mensili di Renzi è penalizzato dal fisco: l’azzeramento decrescente del credito d’imposta degli 80 euro mensili, erogato ai lavoratori dipendenti, infatti, fa sì che nello scaglione di reddito fra 24.000 e 26.000 euro si applichi una aliquota per quella fetta di reddito del 75%; in pratica per ogni 100 euro in più sopra i 24.000 se ne intascano effettivamente solo 25 euro.

Oltre 5 milioni di contribuenti non possono detrarre/dedurre, per assenza d’imposta da pagare, in tutto o in parte, detrazioni da lavoro e per familiari a carico e oneri deducibili/detraibili per spese personali per un importo complessivo pari a circa 10 miliardi d’imposta.

Roma, 6 marzo 2017
fonte today