Condividi

Mosca – La Russia è ancora sconvolta per il tragico epilogo dell’aereo bruciato, sul quale sono morte ben 41 persone (tra cui due bimbi) anche per via di una serie di retroscena che vanno delineandosi con il passare delle ore e la testimonianza dei pochi sopravvissuti

Dunque quarantuno morti è il bilancio finale della strage avvenuta a causa di un incendio durante la fare di un atterraggio di emergenza, per motivi ancora da chiarire, da parte di un aereo della compagnia Aeroflot. L’aereo trasportava in totale 78 persone: cinque i membri dell’equipaggio, gli altri i passeggeri

Tra i tanti dettagli emersi soprattutto rispetto le fasi di evacuazione, uno in particolare fa impressione: il tutto sarebbe stato rallentato da alcuni passeggeri che avrebbero preteso di recuperare i bagagli a mano all’interno delle cappelliere. Proprio questo avrebbe rallentato fino a bloccare l’evacuazione delle persone agli ultimi posti dell’aereo e a confermare questo ci sono tutta una serie di filmati che mostrano i passeggeri in possesso del bagaglio

Uno in particolare ha fatto scalpore e di cui è stata rivelata anche l’identità dai media locali: tal Dmitry Khlebushkin avrebbe preso il proprio bagaglio prima di uscire e poi si sarebbe lamentato per il mancato rimborso del biglietto. Tre persone dietro di lui sono sopravvissute. Parlando ai giornali, a molti l’uomo non è sembrato affatto dispiaciuto per la sotrte toccata a molti dei compagni di volo.

“Il personale di Aeroflot è spietato e poco professionale. Ci ho provato per 40 minuti, ma non sono riuscito a ottenere il rimborso del mio biglietto” ha avuto il coraggio di dire in un intervento in tv. Agghiacciante.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteUn forestale, papà di due figli, si è tolto la vita a Perugia
Prossimo articoloSalvini annuncia "chiuderò tutti i negozi di Cannabis". Il ministro Grillo: "non vendono droga"

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.