Afghanistan. Ascoltavano musica, afghane frustate dai talebani. Un video sconvolge il mondo

Invitate a un matrimonio, in quell’occasione ascoltarono a musica e guardarono i balli: con questa ‘accusa’ due donne afghane, con indosso il burqa e mostrate di spalle, vengono fatte inginocchiare e ricevono decine di frustate in un video girato da talebani nella provincia afghana del Nuristan. Il video, la cui veridicità non è però confermata, sta circolando su Twitter, postato come propaganda dagli stessi talebani ed è stata ripresa da vari media.

Alcuni commentatori lo hanno usato polemicamente contro chi sostiene le trattative in corso a Doha fra i talebani e gli Stati Uniti per arrivare alla pace. Durante i cinque anni in cui hanno governato l’Afghanistan (1996-2001), i talebani, fra le molte altre cose, proibirono la musica, la comparsa delle donne in luoghi pubblici e la loro scolarizzazione.

Scrive Avvenire: “Alla luce delle restrizioni imposte dal regime taleban alle afghane negli anni 1996-2001, l’accusa mossa nei confronti delle due donne dai loro giudici nel video non stupisce: invitate a un matrimonio, in quell’occasione ascoltarono musica e guardarono i balli.

Già alcuni mesi fa, è bene ricordare tuttavia, la tv panaraba al-Jazeera denunciò l’utilizzo, da parte del governo di Kabul e della controparte taleban, della propaganda per denigrare l’avversario e affossare il negoziato politico in corso. In questi giorni, come segnalato dai media regionali, Doha ospita le trattative fra taleban e mediatori statunitensi, che puntano a mettere fine al conflitto civile iniziato 18 anni fa.

E proprio domani, nell’ambito di una delle due sessioni del vertice dei ministri degli Esteri dei Paesi Nato a Washington, in occasione dei 70 anni dell’Alleanza, si discuterà di Afghanistan e Daesh. Sullo sfondo, la totale dismissione militare dal Paese asiatico, ritenuta da più parti inopportuna dal momento che i taleban hanno riconquistato, anche recentemente, porzioni consistenti del territorio afghano”