Condividi

stalking stupro rapina violenza donnaUna violenza sessuale e una serie di circostanze ancora tutte da chiarire: un 24enne è stato accusato di aver stuprato una donna al Center Sandholm, il più grande centro per richiedenti asilo della Danimarca, lo stesso dove oltre un anno fa un agente di polizia fu accoltellato più volte allo stomaco.

Nelle prime ore di mercoledì mattina la Croce Rossa ha comunicato alla polizia lo stupro nel centro di Allerød: secondo The Local, un uomo di 24 anni è stato arrestato. «È successo all’interno del Sandholm, anche se dobbiamo ancora scoprire dove» ha detto il detective Kent Rømer all’Ekstra Bladet. Non è chiaro se l’indagato e la vittima si conoscessero: l’unico dato certo è che entrambi sono cittadini stranieri, anche se la polizia non ha specificato se si tratti di richiedenti asilo. Rømer, all’agenzia di stampa danese Ritzau, ha sottolineato che l’uomo non si è dichiarato colpevole quando è comparso, mercoledì stesso, davanti ai giudici del tribunale di Hillerød.

Il Center Sandholm è il più grande centro per richiedenti asilo della Danimarca: ospita più di cinquecento persone di 49 nazionalità diverse. Il mese scorso, il ministero dell’Immigrazione danese ha detto di aver esteso i controlli di identificazione al confine con la Germania per scoraggiare l’arrivo di altri migranti. La misura era stata presa subito dopo la decisione della Svezia che ha imposto alle imprese ferroviarie e dei traghetti di verificare l’identità delle persone che viaggiano da Copenaghen attraverso lo Stretto di Oresund.

La Danimarca, nel 2015, aveva ricevuto più di 21.000 richieste d’asilo, ma dal momento dell’introduzione dei controlli il numero di migranti che arrivano in Danimarca è sceso di circa due terzi.
I numeri. La situazione danese, in ogni caso, è molto diversa da quella dei Paesi del Mediterraneo. Secondo i dati dell’Organizzazione internazionale delle migrazioni (Oim), il numero di migranti e rifugiati arrivati in Grecia e in Italia nel 2016 ha superato la soglia dei 100mila: dall’inizio dell’anno, il totale degli arrivi è di 110.054.

Nello stesso periodo, oltre 413 migranti e rifugiati hanno perso la vita nel Mediterraneo. Dall’inizio dell’anno al 22 febbraio, la sola Grecia aveva ricevuto circa 102.547 arrivi. Nel 2015, gli arrivi di migranti avevano superato la soglia dei 100.000 in luglio.

Per l’Italia, dopo diversi giorni senza arrivi principalmente a causa del mare mosso, un totale di 940 migranti sono stati salvati in un solo giorno nel canale di Sicilia (il 22 febbraio) e dall’inizio dell’anno, circa 7.507 migranti sono arrivati via mare.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMorte del Carabiniere Luca di Pietra: inizia il processo
Prossimo articoloSindacato di Polizia e Ministero dell’Interno: mai dimenticare da che parte stiamo