Coronavirus, due gatti con sintomi e problemi respiratori sono i primi animali domestici positivi trovati negli Stati Uniti

Il primo gatto è stato sottoposto al test dal veterinario dopo che aveva mostrato problemi respiratori, ma nessuna delle persone presenti in casa è risultata positiva al Covid-19.

Nel caso del secondo, invece, il test è stato fatto dopo che il padrone è risultato contagiato. Ma un altro gatto, che vive nella stessa abitazione, non è risultato positivo.

Due gatti di New York sono i primi animali domestici contagiati negli Stati Uniti dal coronavirus. Lo hanno reso noto le autorita’ sanitarie federali.

Il primo gatto cui sono stati riscontrati i sintomi de Covid-19 e in una abitazione dove nessuna delle persone presenti e’ contagiata, mentre il padrone del secondo gatto era un paziente positivo.

All’inizio del mese sempre a New York era stata trovata positiva una tigre del Bronx Zoo. Come in quel caso le autorita’ sanitarie assicurano che non esiste alcuna prova che i due gatti colpiti dal Covid-19 possano essere a loro volta contagiosi per l’uomo.

I Cdc raccomandano comunque ai proprietari di animali domestici di limitare al minimo le interazioni tra i loro cani o gatti e le persone al di fuori della famiglia, seguendo anche in questo caso le regole del distanziamento sociale.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, trovato in Belgio un gatto positivo

LEGGI ANCHE: C’è un primo caso di cane positivo al coronavirus: l’animale finisce in quarantena

LEGGI ANCHE: Morto un gatto, i proprietari gli avevano disinfettato le zampe con la candeggina

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche