Chiedono acqua in un bar, poi il bruciore alla gola e il terrore: due giovani ricoverati in gravi condizioni

Hanno bevuto soda caustica in un bar di Sestri Ponente, quartiere di Genova, e ora sono ricoverati in prognosi riservata. E’ accaduto ad un ragazzo e una ragazza di 26 e 24 anni, entrati nel bar per chiedere due bicchieri d’acqua al barista. Entrambi l’hanno bevuta, dopo che il barista gli ha versato da bere prendendo una bottiglia da sotto il lavandino, senza accorgersi che era quella con detersivo e soda caustica.
Alla coppia è bastato bere un sorso, immediato il dolore.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nas e gli ispettori della Asl.
La bottiglia è stata sequestrata e il barista denunciato per lesioni colpose.

Il detersivo per lavastoviglie ingerito dai due ragazzi era stato travasato in una bottiglia d’acqua con l’etichetta. Il liquido è inodore e incolore e ha tratto in inganno il barista, che quando lo ha versato nei bicchieri non si è accorto che non fosse acqua. Appena hanno bevuto, i due ragazzi hanno sentito un forte bruciore alla gola e all’esofago.
Il barman, amico della coppia, ha subito chiamato i soccorsi.
Si è giustificando ammettendo che si è trattata  di una svista. Probabilmente non è stato neppure lui a travasare il detersivo nella bottiglia d’acqua, ma è da verificare.
I carabinieri del Nas, non a caso, raccomandano sempre di non travasare i detersivi dai loro contenitori originali perché si corre il rischio di confonderli con le normali bottiglie di acqua.

Riccardo Ghezzi
Genova, 24/1/2017