Condividi

“A Chioggia evitata una disgrazia grazie alla professionalità del personale UOPI della Polizia di Stato. Ennesima dimostrazione che abbiamo bisogno del TASER. Basta contare colleghi feriti. La politica si muova. Il TASER avrebbe evitato il corpo a corpo a cui sono stati costretti i colleghi. Non dobbiamo dimenticare che gli stessi operano anche con il timore, come in questo caso, di procurare dei danni fisici alla persona che si trovano davanti”.

Così Mauro Armelao, segretario regionale del sindacato di polizia Fsp, dopo la notizia di due poliziotti delle squadre UOPI accoltellati (uno gravemente) durante un intervento in ausilio alla Polizia Municipale di chioggia in difficoltà durante un trattamento sanitario obbligatorio.

Verso le 5 della scorsa notte, dopo ore di trattative con un uomo armato, era stato deciso l’intervento. Gli agenti sono entrati con gli scudi e lo hanno atterrato. Mentre era per  terra il 59enne ha però colpito con il coltello le gambe di due agenti. Ne abbiamo parlato QUI

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteTso finisce con due poliziotti accoltellati
Prossimo articoloRivolta in un centro di permanenza, poliziotto ferito: "in 6 contro 158 "ospiti", non parlatemi di accoglienza"