E’ morta Rosa: l’abbraccio con suo marito in ospedale era diventato una foto-simbolo dell’emergenza Covid

Dopo aver superato il coronavirus, Rosa Manganati – 74enne di Grontardo, nel Cremonese – oggi ha perso la sua lotta contro il cancro, di cui era ammalata da tempo. Era stata protagonista, insieme al marito 77enne, Giorgio Franzini, di uno degli incontri a sorpresa più commoventi di tutta l’emergenza Covid.

Le foto dei loro abbracci condivisi sui canali social dell’Ospedale Maggiore di Cremona, infatti, avevano commosso tutti lo scorso aprile, quando Giorgio e Rosa, dopo mezzo secolo di matrimonio, si erano separati per due settimane per aver contratto il virus. Il primo a essere ricoverato per una polmonite nel reparto di Ginecologia del nosocomio – trasformato in reparto Covid – era stato Giorgio che, dopo qualche giorno aveva confessato al personale di sentire la mancanza della sua amata. Nel frattempo veniva ricoverata anche Rosa, ma nel reparto di Chirurgia Multispecialistica. Nei primi giorni Giorgio era rimasto ignaro delle condizioni della moglie, perché il figlio Edoardo non voleva farlo preoccupare.

Poi la sopresa organizzata con la complicità dell’infermiera coordinatrice del reparto di Ginecologia, Manuela Denti e la caposala di Chirurgia, Carla Garello. Dopo quell’incontro i due sposi erano potuti tornare a casa, festeggiati dalla famiglia. Ma, a tre mesi di distanza, la patologia oncologica ha tolto Rosa per sempre al suo Giorgio. Il personale dell’ospedale di Cremona si era molto affezionato alla coppia e, per rispetto del dolore della famiglia, non ha voluto rilasciare dichiarazioni. I funerali saranno celebrati venerdì 17 alle 10,30 nella chiesa parrocchiale di Vescovato, partendo dalla camera ardente che sarà allestita nell’Ospedale Maggiore di Cremona.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche