Condividi

Targhe contraffatte della Smat e della Regione Piemonte nascoste in una lavatrice ma pronte a essere sistemate sull’auto per fingersi dipendenti: il “kit delle truffe agli anziani” è stato scoperto dai carabinieri all’interno del campo nomadi di Torrazza Piemonte, nel Torinese. Fuori invece, riporta Repubblica, una discarica di 200 metri quadri con rifiuti pericolosi e diversi stabili abusivi, tra abitazioni, magazzini e servizi igienici. Sei persone sono state denunciate.

LE INDAGINI

I controlli sono stati eseguiti dai militari della stazione di Leinì, con la collaborazione dei colleghi di Venaria Reale e di Verolengo con diverse perquisizioni. Le targhe erano nascoste all’interno dell’oblò di una lavatrice: ben otto con i loghi della Regione Piemonte e della Smat, pronte per essere applicate sulle auto “pulite”. I carabinieri insieme con il personale dell’ufficio tecnico comunale hanno accertato anche l’esistenza dei tredici manufatti, senza autorizzazione, che i residenti avevano trasformato in bagni e abitazioni mentre nel terreno agricolo vicino era stata realizzata una discarica abusiva di 200 metri quadri: c’erano rifiuti pericolosi e 23 fusti di olio. Sono intervenuti i tecnici dell’Arpa Piemonte per procedere con i campionamenti della sostanza e mettere in sicurezza l’area che è stata sottoposta a sequestro penale. Sono state trovate anche 24 munizioni e un motorino rubato sei anni fa nel Milanese.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteSan Pietro Vernotico, la frase shock ai Carabinieri: "Fanno bene a darvi 10 coltellate"
Prossimo articoloIl sogno di Mirko, vittima del Morandi, realizzato dalla madre: in volo sull'elicottero della Polizia