Condividi

“Gli americani avevano rapinato pusher per punirlo” – Non un banale furto, erano in cerca di droga a Trastevere ma la sostanza acquistata era semplice aspirina: per questo hanno rubato la borsa del pusher nel tentativo di recuperare i soldi.

Questa la dinamica della vicenda che ha portato all’omicidio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega.

In base a quanto ricostruito dagli inquirenti i due ragazzi americani si erano recati a Trastevere per acquistare sostanze stupefacenti: dopo essersi resi conto di essere stati ingannati, hanno strappato la borsa allo spacciatore che conteneva il suo telefono cellulare.

L’uomo ha quindi contattato i due chiamando il suo numero di telefono per avere indietro la borsa. Il pusher avrebbe poi chiamato il 112 per comunicare che era stato scippato e che si era accordato con i due americani per la restituzione della borsa.

A questo punto, all’orario stabilito i due carabinieri, in borghese, si sono recati in via Pietro Cossa. Lì hanno incontrato i due ragazzi con i quali è scoppiata una violenta colluttazione durante la quale il vicebrigadiere è stato colpito con otto coltellate risultate poi fatali.

L’assassino si chiama Elder Lee, ha 19 anni ed è di buona famiglia. Il fermo per omicidio volontario e tentata estorsione è scattato al termine di un lungo interrogatorio. Il coltello usato per uccidere il vicebrigadiere Mario Cerciello Rega era stato nascosto dietro pannello nel soffitto della stanza dove i due americani alloggiavano.

A fare un quadro della situazione è repubblica.it. I due americani fermati si chiamano Christian Gabriel Natale Hjorth ed Elder Finnegan Lee, hanno rispettivamente 19 e 20 anni.

Durante l’interrogatorio di convalida del fermo davanti al gip Finnegan Lee si è avvalso della facoltà di non rispondere. “Per rispetto del militare e’ meglio stare in silenzio”, ha detto fuori dal carcere di Regina Coeli il suo difensore, Francesco Codini

La dinamica dell’accaduto – I due cercano uno spacciatore e si avvicinano a tal Sergio B. (l’uomo a cui verrà rubata la borsa) e gli chiedono droga: lui non ne ha ma indica loro un pusher. I due giovani vi si recano, comprano per 100 euro e se ne vanno. Dopo aver consumato, si accorgono che la sostanza era aspirina. Tornano a cercare l’imbroglione e non lo trovano, allora se la prendono con l’uomo che aveva indicato loro il pusher: essendo stato lui a indicargli il pusher, dovra essere lui a restituire i 100 euro.

Gli prendono il borsello e fuggono via. “Con la minaccia di non restituire altrimenti quanto sottratto, contattati telefonicamente, formulavano una richiesta di una ricompensa di 100 euro” , scrive poi il pm nel decreto di fermo. Il resto lo sappiamo.

Ciò che cambia un poco le carte in tavola, se quanto raccontato da repubblica dovesse rivelarsi corretto, è che la colluttazione sarebbe stata ingaggiata nonostante i militari si fossero qualificati. Dopo l’aggressione entrambi i responsabili sono scappati “incuranti delle condizioni del Cerciello, esanime”. C’è però divergenza tra queste versioni.

Una descrizione dei due giovani la offre invece fanpage: “vengono dalla California sono, come si suol dire, due ragazzi di “buona famiglia”. In particolare quella di Elder sarebbe piuttosto facoltosa tanto da permettergli di soggiornare (e pagare il conto per due) in un hotel non proprio economico. Camicia a righe bianche e azzurre arrotolata fino al gomito, orologio di marca al polso e aspetto curato: nella foto che lo ritrae al momento del fermo Lee non sembra il balordo che tutti si aspettano che venga individuato, in grado di compiere un efferato omicidio per un furto. Quando i carabinieri li hanno fermati si preparavano a tornare negli Stati Uniti, dopo essersi disfatti degli abiti sporchi di sangue e aver occultato il grosso coltello utilizzato nell’omicidio dietro un pannello della stanza d’albergo. Un finale molto diverso da quello che immaginavano per la loro vacanza”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteOggi è il giorno senza reggiseno in solidarietà con Carola Rackete
Prossimo articoloCarabiniere ucciso a coltellate da uno studente americano, due arresti: cosa scrivono i quotidiani USA e inglesi sull'omicidio

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.