Vaccino, la virologa cavia: “Sto bene, nessun effetto collaterale maggiore”

E’ italiana e lavora in Inghilterra, è una ricercatrice al St Georgeʼs di Londra

Si chiama Elisabetta Groppelli ed è tra i primi ad essere stata sottoposta alla sperimentazione anti Coronavirus.

La ricercatrice si è sottoposta al vaccino due mesi fa, ora le prime dichiarazioni. Spiega di sentirsi bene e assicura di non aver avuto “nessun effetto collaterale maggiore. Alcuni di noi hanno accusato dolore nella zona dell’iniezione, stanchezza o una lieve febbre. Sono reazioni del tutto normali”.

Il vaccino sta entrando in questi giorni nella fase 3, quella della sperimentazione sull’uomo.

Troppo presto però, secondo la virologa, per valutarne gli effetti: “Non siamo ancora certi se questa risposta immunitaria sia in grado di proteggere dalla malattia: ora la circolazione del virus è molto diminuita e non sappiamo se i volontari non sono stati infettati perché immuni o perché non sono entrati in contatto con la malattia”.

In USA al via la “fase 3” sull’uomo

In USA invece ha preso il via la “fase 3” di sperimentazione clinica sull’uomo del vaccino anti Covid-19, sviluppato dall’azienda americana Moderna, in collaborazione con l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Usa diretto da Anthony Fauci.

Lo annuncia il National Institute of Health. La sperimentazione sarà effettuata in 89 siti americani su circa 30.000 volontari sani. Si tratta di uno dei 5 vaccini arrivati alla “fase 3”, tra i 25 allo studio sull’uomo.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche