Condividi

Travolto e ucciso da un conducente ubriaco, e il corpo trascinato per 50 metri: un carabiniere è morto la notte scorsa dopo essere stato travolto da un’auto a un posto di controllo. L’episodio poco prima delle 3, a Terno d’Isola (Bergamo).

Vittima un appuntato del Nucleo radiomobile di Zogno, Emanuele Anzini, 41 anni, nato a Sulmona (L’Aquila), padre di una bimba che vive in Abruzzo.

Un’utilitaria lo ha trascinato per una cinquantina di metri: è morto sul colpo. Al volante un cuoco 34enne di Sotto il Monte, che pare fosse in stato di ebbrezza al momento del fatto ed è stato arrestato per omicidio stradale.

Il corpo del militare dell’Arma è stato trascinato per 50 metri. È stato convalidato l’arresto per omicidio stradale di Matteo Colombi, l’automobilista di 34 anni, di Sotto il Monte Giovanni XXIII, che la notte scorsa a Terno d’Isola ha travolto e ucciso l’appuntato dei carabinieri Emanuele Anzini, 41 anni.

L’uomo, di professione cuoco, era ubriaco al volante di una Audi A3 scura. Dopo l’investimento si è allontanato ma alcuni minuti più tardi è tornato sul posto dove è stato arrestato dalla polizia stradale che si è occupata dei rilievi.

Il corpo dell’appuntato è stato trascinato per una cinquantina di metri. La notizia è del quotidiano romano Il Messaggero.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteTreviso, veste troppo occidentale: il padre tenta di darle fuoco
Prossimo articoloCamilleri ha avuto in infarto: aggiornamenti e il prossimo bollettino medico