Assassinato con in braccio la figlia di 4 anni: “Il Capitano non si dimentica”

In questi giorni (precisamente il 4 Maggio) ricorre il 38esimo anniversario dell’omicidio del capitano dei Carabinieri Emanuele Basile.

L’ufficiale è stato ricordato lungo il luogo dell’eccidio, alla presenza dei familiari del militare e del Comandante di Legione Carabinieri Sicilia Generale di Brigata Riccardo Galletta.

Risultati immagini per emanuele basile

 

L’Ufficiale dell’Arma è stato ucciso dalla mafia  la sera del 4 maggio, giorno di festa a Monreale per la ricorrenza del Santissimo Crocifisso a cui partecipava con la famiglia, mentre era di ritorno in caserma con la moglie e la figlioletta in braccio, fu ucciso da tre sicari.

SCRIVE L’IMMEDIATO: “Era la notte di domenica, e il Capitano Emanuele Basile, che amava vivere la comunità che gli era stata “affidata”, stava partecipando ai festeggiamenti patronali del Santissimo Crocefisso, quando tre vili sicari, indifferenti alla presenza della piccola Barbara, che teneva in braccio, e della moglie Silvana al suo fianco, alle spalle lo hanno crivellato di crivellato di colpi di arma da fuoco.

Di lì a poco le stesse indagini da lui avviate avrebbero portato all’identificazione e all’arresto di mandanti ed esecutori. Per il chiaro e immediato movente dell’omicidio, il Ministro dell’Interno, a soli dieci giorni di distanza, conferì l’onorificenza della Medaglia d’Oro al Valore Civile alla Memoria al Capitano Emanuele Basile, con la seguente motivazione:

 

Risultati immagini per emanuele basile

 

“Comandante di Compagnia distaccata, già distintosi in precedenti, rischiose operazioni di servizio, si impegnava, pur consapevole dei rischi cui si esponeva, in prolungate e difficili indagini, in ambiente caratterizzato da tradizionale omertà, che portavano alla individuazione e all’arresto di numerosi e pericolosi appartenenti ad organizzazioni mafiose operanti anche a livello internazionale.

Proditoriamente fatto segno a colpi d’arma da fuoco in un vile agguato tesogli da tre malfattori, immolava la sua giovane esistenza ai più nobili ideali di giustizia ed assoluta dedizione al dovere”.

Monreale (Palermo), 4 maggio 1980.

 

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche