Esodi estivi, in arrivo nuovi tutor in autostrada

Dopo lo stop ai tutor in autostrada imposto lo scorso Aprile una sentenza della Corte d’Appello dopo una causa da parte dell’azienda Craft di Greve in Chianti che rivendicava la paternità del brevetto, arrivano novità su un nuovo sistema di rilevazione pronto ad entrare in azione.

Anche in questo caso calcolerà la velocità media lungo un tratto di strada e non lo sforamento dei limiti in un singolo punto

L’attivazione è prevista a breve, entro l’estate su 24-30 tratte

“Insieme ad Autostrade per l’Italia individueremo quelle tratte che sono più interessate dall’esodo”, ha dichiarato il direttore centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato Roberto Sgalla.

 

 

Nell’attesa dell’entrata in attività del nuovo strumento restano comunque attivi gli altri sistemi di controllo della velocità, con le pattuglie di polizia e gli autovelox.

Secondo i dati diffusi da Autostrade per l’Italia, l’impiego dei tutor, installati nel 2004 in collaborazione con la Polizia stradale, il ministero dei Trasporti e le associazioni dei consumatori, ha ridotto del 70% il numero dei morti sulla rete autostradale, grazie a una diminuzione del 25% della velocità di picco e del 15% di quella media.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche