Condividi

Fatti esplodere dai carabinieri 25 chili di polvere da sparo che, secondo i militari, avrebbero potuto radere al suolo un intero quartiere

È la stima fatta dai carabinieri del nucleo artificieri del comando provinciale di Napoli, dopo il sequestro di 25 chili di polvere – oltre a inneschi, scatole e carta da imballaggio – in una abitazione di Mondragone (Caserta).

L’uomo arrestato – spiega Il Giornale – aveva trasformato una villetta sul mare in una fabbrica pirotecnica, senza alcuna autorizzazione. Durante il blitz notturno, in località Pescopagano, hanno scoperto 25 chili di polvere da sparo, oltre a inneschi, scatole e carta da imballaggio. I militari, dopo aver messo in sicurezza la zona, hanno fatto brillare il materiale esplodente lungo il litorale di Castelvolturno.

V.L. queste le iniziali, dovrà rispondere di detenzione e fabbricazione di materie esplodente di tipo deflagrante.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedentePoliziotti in guai seri: due agenti arrestati dagli stessi colleghi
Prossimo articoloIncidente tra i poliziotti e un cinghiale: gli agenti se la sono vista brutta