Foggia, esplode fabbrica di fuochi d’artificio: muore un operaio, si scava tra le macerie

SAN SEVERO – Una esplosione si è verificata in una fabbrica di fuochi d’artificio vicino San Severo, nel Foggiano. Un operaio, un italiano di 50 anni, è rimasto ucciso.

L’esplosione si è verificata nella fabbrica di fuochi d’artificio “Piro Daunia”, tra i territori di San Severo e San Paolo di Civitate. Carabinieri e vigili del fuoco stanno cercando di fare luce sulle cause dell’esplosione. Sul posto ci sono due squadre dei vigili del fuoco con tre mezzi, carabinieri e personale del “118”.

Intanto è anche scoppiato un vasto incendio tra i capannoni della fabbrica. Sul posto – la fabbrica si trova in territorio di San Severo, in contrada Gramigna – sono al lavoro squadre di vigili del fuoco arrivate anche da Comuni limitrofi. Le fiamme sono molto alte e pericolosamente vicine a depositi di polvere pirica. Per questo motivo le forze dell’ordine stanno inibendo di avvicinarsi anche al personale di soccorso, in attesa che si riesca a spegnere l’incendio.

Al momento non è ancora certo se si possa escludere la possibilità che vi siano altre persone coinvolte nell’esplosione.

Leggo

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche