Condividi

Al mattino era incappato nei controlli ad “alto impatto”, ovvero il piano straordinario di pattugliamento del territorio introdotto dal questore di Venezia, Angelo Sanna: portato in questura e identificato aveva rimediato un provvedimento di espulsione con l’ordine di lasciare l’Italia entro sette giorni. Al pomeriggio viene arrestato in flagranza per spaccio di droga.
Decisamente una giornata iniziata male ef inita peggio quella di ieri per Othmen Ncib, tunisino di 31 anni, senza permesso di soggiorno, senza fissa dimora, senza lavoro, di professione pusher. Tutto si è svolto in via Piave a Mestre, nei pressi dei giardinetti. Quando gli agenti delle Volanti lo hanno visto scambiarsi qualcosa con un ragazzo, sono intervenuti. Nelle mutande aveva ben 12 dosi di cocaina, pronte per la vendita, e 170 euro in contanti.
Le manette sono scattate al polso anche dell’altro, Ahmed Bettani, 25 anni, tunisino pure lui. Trascorsa la notte in carcere sono in attesa di essere giudicati per direttissima.

Fonte: Il Gazzettino

25/11/2015

RG

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteUrla dalla casa: i cc trovano coppia nuda che si picchia davanti ai bimbi
Prossimo articoloTruffa ai frati francescani, sequestrati beni per 20 milioni