Condividi

Belluno – Giornate di sciopero e tensione a Longarone per i lavoratori della Safilo, “Qui non stiamo parlando di 400 esuberi, ma di un futuro che non c’è più, perché la direzione presa silenziosamente è ormai chiara: spostare all’estero la produzione” denuncia Denise Casanova, segretaria provinciale Filctem-Cgil.

Lo scorso 13 Dicembre una importante manifestazione indetta dai sindacati a difesa dei 400 lavoratori.

Particolarmente significativa – spiega Il Gazzettino che ha seguito l’evento in diretta – la presenza di quelli che dovrebbero essere i diretti concorrenti, i “rivali” di Safilo, ossia i rappresentanti dei lavoratori di Luxottica.

“La solidarietà – spiega il quotidiano – l’estrema difesa del lavoro italiano del settore, si spinge dunque oltre il recinto delle aziende, del proprio orticello”

Uno striscione in particolare ha colpito, il pensiero di molte famiglie che a breve rischieranno di ritrovarsi con un grave problema occupazionale: “cosa dirò ai miei figli per Natale?”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteNon si fermano neanche a Natale: arriva la truffa dei 20 euro e colpisce soprattutto gli anziani
Prossimo articoloBenefattore anonimo paga l'albergo a 70 clochard per via del troppo freddo

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.