Colpo della Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria: catturato a Trento detenuto evaso dal carcere di Verona

L.M., evaso negli scorsi giorni dalla Casa Circondariale di Verona è stato catturato dagli uomini della Polizia Penitenziaria.

L’uomo è stato rintracciato grazie ad una intensa attività di polizia Giudiziaria del NIC, Nucleo Investigativo Centrale
della Polizia Penitenziaria con il supporto operativo del personale di Polizia penitenziaria di Trento.

Le operazioni sono partite subito dopo il mancato rientro del detenuto dal permesso, senza scorta, ottenuto per poter partecipare ai funerali del padre in Calabria.

Il nucleo regionale calabrese del NIC ha da subito indirizzato le attività di ricerca dell’evaso nella città di Trento. L’uomo è stato individuato nei pressi di un ospedale dove si era recato per reperire, presumibilmente, del metadone.

Brillante è stata l’operazione di servizio che ha portato alla cattura dell’evaso. Io credo che sia davvero giunta l’ora di affidare al Corpo di Polizia Penitenziaria gli uomini ed i mezzi necessari per assicurare il controllo dei soggetti detenuti ammessi a misure alternative, area penale esterna, permessi premio: parliamo, complessivamente, di più di 110mila persone coinvolte nell’esecuzione della pena in Italia” ha detto Donato Capece, segretario generale del SAPPE.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche