Schiacciato da un macchinario, Fabrizio, operaio e papà di due bimbe muore sul lavoro

 Incidente mortale sul lavoro nello stabilimento Fca di Piedimonte San Germano nel Cassinate, in provincia di Frosinone.

La tragedia è avvenuta al reparto presse a freddo: secondo una prima ricostruzione sembra che la vittima fosse intervenuta, aiutato da un collega, per far ripartire un macchinario bloccato che lo avrebbe schiacciato uccidendolo sul colpo.

 La vittima è Fabrizio Greco un operaio 40ennne della zona.

La Procura di Cassino indaga per omicidio colposo in relazione alle morte di Greco.

La vittima era di Pontecorvo ed era sposato e padre di due bambine. Sembra che insieme a un collega stessero spostando un macchinario usato per lo stampaggio delle lamiere per rimetterlo in magazzino quando, a causa di un oscillazione, ci sarebbe stato l’urto con il macchinario pesantissimo che lo ha ferito al collo e lo avrebbe sbalzato.

Sciopero di 8 ore su tutti e tre i turni dopo l’incidente mortale accaduto nello stabilimento Fca di Cassino, costato la vita ad un operaio 40enne.

Lo stop è stato proclamato dalle segreterie territoriali di Fiom-Cgil, Fim-Cisl, Uilm-Uil, Fismic e Uglm con le Rsa dello stabilimento. La salute e la sicurezza sul lavoro sono “un requisito ed un diritto imprescindibile. Non si può e non si deve morire durante il lavoro”, affermano, esprimendo “cordoglio e vicinanza ai familiari della vittima”