Facebook blocca i profili degli esponenti di Fratelli d’Italia. Interrogazione del senatore de Bertoldi

“Dinanzi ai sempre più ripetuti blocchi decisi da Facebook nei confronti in particolare dei profili degli esponenti politici di Fratelli d’Italia è necessario un intervento”. La denuncia proviene dal senatore di FdI Andrea de Bertoldi.

“Quello del blocco degli account da parte di Facebook rappresenta una pratica sempre più comune – si legge sul Secolo d’Italia – che tende a colpire una parte politica in particolare”. Poiché le censure da parte di Fb sono sempre più frequenti è lecito “ritenere che esista quasi una strategia tendente a silenziare determinate opinioni politiche. Dinanzi a tutto ciò il Parlamento non può rimanere a guardare e deve agire per tutelare la libertà di espressione. Anche perché se oggi è Fratelli d’Italia ad essere colpita, domani potrebbe toccare a qualche altra forza politica” .

Ormai sono sempre più numerosi i casi di censure operate da Facebook sui profili che hanno un contenuto politico sovranista. Un giro di vite che infierisce solo verso una parte politica e che si configura ormai come una censura. Tra i casi più eclatanti il blocco del profilo di Caio Giulio Cesare Mussolini, oscurato a causa del suo cognome. Caio Mussolini era candidato per FdI alle europee e in quell’occasione disse che Facebook si comportava come un “centro sociale”.

Molte polemiche aveva inoltre suscitato la chiusura dei profili Fb e degli account Instagram legati a CasaPound e Forza Nuova.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche