Condividi

“Dinanzi ai sempre più ripetuti blocchi decisi da Facebook nei confronti in particolare dei profili degli esponenti politici di Fratelli d’Italia è necessario un intervento”. La denuncia proviene dal senatore di FdI Andrea de Bertoldi.

“Quello del blocco degli account da parte di Facebook rappresenta una pratica sempre più comune – si legge sul Secolo d’Italia – che tende a colpire una parte politica in particolare”. Poiché le censure da parte di Fb sono sempre più frequenti è lecito “ritenere che esista quasi una strategia tendente a silenziare determinate opinioni politiche. Dinanzi a tutto ciò il Parlamento non può rimanere a guardare e deve agire per tutelare la libertà di espressione. Anche perché se oggi è Fratelli d’Italia ad essere colpita, domani potrebbe toccare a qualche altra forza politica” .

Ormai sono sempre più numerosi i casi di censure operate da Facebook sui profili che hanno un contenuto politico sovranista. Un giro di vite che infierisce solo verso una parte politica e che si configura ormai come una censura. Tra i casi più eclatanti il blocco del profilo di Caio Giulio Cesare Mussolini, oscurato a causa del suo cognome. Caio Mussolini era candidato per FdI alle europee e in quell’occasione disse che Facebook si comportava come un “centro sociale”.

Molte polemiche aveva inoltre suscitato la chiusura dei profili Fb e degli account Instagram legati a CasaPound e Forza Nuova.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteCaos nelle carceri italiane: olio bollente contro gli agenti penitenziari
Prossimo articoloMinaccia il Carabiniere: "ti spello vivo e ti scarico la mitraglietta addosso" / VIDEO

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.