Condividi

LA SPIEGAZIONE DI FACEBOOK

“Le persone e le organizzazioni che diffondono odio o attaccano gli altri sulla base di chi sono non trovano posto su Facebook e Instagram. Candidati e partiti politici, così come tutti gli individui e le organizzazioni presenti su Facebook e Instagram, devono rispettare queste regole, indipendentemente dalla loro ideologia. Gli account che abbiamo rimosso oggi violano questa policy e non potranno più essere presenti su Facebook o Instagram” ha spiegato all’Ansa un portavoce di Facebook.

Non è la prima volta che Facebook interviene chiudendo i profili del movimento di estrema destra. Ad aprile dello scorso anno, poco prima delle elezioni europee, la stessa decisione era stata presa dal social network per i profili di alcuni esponenti. “È chiara la presenza – spiegavano da Casapound – di un disegno ben preciso che mira a cancellare le voci dissonanti rispetto alla narrazione dominante“. E, anche in quel caso, Facebook aveva spiegato che “quando una pagina o una persona infrange ripetutamente queste regole, come capitato in questo caso, la rimuoviamo”.

 

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteRagusa, ferma una ragazza con una scusa, poi la violenza: era già stato arrestato per stupro
Prossimo articoloOlanda, poliziotto ferisce la moglie e uccide i figli di 8 e 12 anni: poi il suicidio