FACEBOOK SCATENA L’OFFENSIVA PRO GENDER E LGBT. SCATTI LA LEGITTIMA DIFESA DELLA LIBERTÀ DI OPINIONE SUI SOCIAL

Bravo, Zuckerberg, per aver inventato questo modo nuovo di comunicare tra gli umani, ma come avvenne per Marconi, che non diventò il proprietario dell’etere per aver scoperto e gestito inizialmente le onde radio, o per tutte le scoperte che possono assumere carattere strategico, anche Facebook deve inderogabilmente sottostare alle regole dell’umana convivenza e della civiltà, pena la sua espulsione ed il divieto di utilizzo nei Paesi democratici.

Se Facebook non rispetta le regole di base della libertà di pensiero e di espressione, che venga chiuso, impedendogli di operare nelle nazioni civili.
D’altronde non resterebbero miliardi di “orfani”: già esistono ottime alternative a questo social media, svincolate dalla lobby omosessualista e che rispettano assolutamente i sacri principi della libertà di espressione di tutti.

La nostra civiltà e la nostra democrazia, che sono frutto di resistenza ed opposizione a ben altri violenti attacchi, sia difesa strenuamente da questi apprendisti stregoni del pensiero unico.

Bisogna reagire! È legittima difesa.

Se qualcuno non ha il coraggio di difendere le proprie idee, scrisse Ezra Pound, o le sue idee non valgono nulla, o non vale niente lui.

Roma, 18 gennaio 2017

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche