Falso invalido a Borgetto, allevatore incastrato dalle telecamere dei Carabinieri

Avviso di garanzia per un sessantenne di Borgetto che sarebbe riuscito a ottenere una pensione e un’indennità di accompagnamento simulando varie patologie. Ecco le immagini che mostrano l’uomo mentre lavora sui campi

L’uomo, un allevatore di 61 anni per 12 anni ha ottenuto il riconoscimento dell’invalidità civile all’80 per cento e della relativa pensione e indennità di accompagnamento, arrecando un danno complessivo per l’Inps di circa 85.000 euro. Il falso invalido, spiega repubblica.it, ha simulato il proprio stato di malattia e una inabilità lavorativa, ma anche la necessità di assistenza continua per infermità di natura psichiatrica, diabete, cardiopatia, poliartropatia, broncopatia, incontinenza urinaria e neoplasia al pancreas. Un elenco di patologie mostrate in occasione delle visite effettuate dai sanitari della commissione medica per il riconoscimento dell’invalidità civile e, al fine di trarre in inganno dapprima i periti medici psichiatri nominati dal giudice e conseguentemente il giudice stesso nell’ambito del procedimento civile presso la Corte d’appello di Palermo.

L’indagine era partita nel marzo 2017 con le classiche attività di osservazopme, controllo e pedinamento, ha documentato che l’uomo svolgeva presso l’azienda a lui intestata, lavori di fatica, tra i quali la coltivazione e la conduzione della stalla, guidando l’autovettura e camminando autonomamente.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche