Condividi

Un ragazzo di 23 anni è morto per overdose in un’abitazione a Cittadella; l’uomo che era con lui, un uomo di 49 anni, è stato arrestato per omicidio come conseguenza di altro reato.

La vittima è Federico Bertollo. A 14 anni era stato vittima di un incidente stradale: travolto da un furgone a pochi metri da casa era finito a lungo in coma. Poi la riabilitazione complicatissima, aveva dovuto ricominciare la propria vita da capo. Per questo, era rimasto senza amici. Ma non solo.

“I coetanei lo prendevano in giro, veniva bullizzato e incontrò qualche difficoltà ad accettarsi” racconta il fratello a corriere.it.

E’ forse proprio dal suo passato che va ricercata la ragione dell’uso di droga. Un malessere esistenziale insopportabile. Federico, 23 anni, di Cittadella, nell’Alta Padovana, probabilmente non sopportava più la propria esistenza.

“Era un bravissimo chitarrista – racconta ancora il fratello – Dopo l’incidente e un mese di coma, quando uscì dall’ospedale la parte sinistra del corpo non rispondeva più, camminava zoppicando”

Il nemico sempre in agguato si chiamava cocaina. L’eroina, invece, non l’aveva mai toccata, anche per via della paura degli aghi. La dose risultata fatale, sarebbe stata la prima della sua vita.

La tragedia si è consumata nella casa dello spacciatore che gli ha fornito la dose, già individuato e arrestato dai Carabinieri. Il decesso è avvenuta nella tarda serata del 19 agosto, a Cittadella (Padova).

 

 

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteCarabiniere si spara in caserma. La scelta d'amore della famiglia: i suoi organi salveranno altre vite
Prossimo articolo"Militari accoltellati davanti alla basilica di Santa Maria degli Angeli"

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.