Condividi

Quando i finanzieri gli hanno intimato l’alt ha accelerato per tentare la fuga, ma dopo pochi chilometri e’ stato bloccato.

E all’interno della sua auto sono state trovate “un centinaio di confezioni di marijuana per un peso complessivo di 208 chili che, se messe sul mercato al dettaglio, avrebbero consentito all’organizzazione criminale di lucrare oltre 1.200.000 euro”.

Questo l’esito di una importante operazione della Guardia di Finanza di Bologna nelle scorse ore che nell’ambito delle attività di controllo del territorio, hanno tratto in arresto un cittadino albanese classe 1990.

L’operazione è scattata quando una pattuglia della Sezione Antidroga del Nucleo di Polizia economico-finanziaria, nella zona del casello autostradale di Bologna Fiera, aveva deciso di controllare la vettura guidata dall’albanese il quale “all’intimazione dell’alt, si è dato precipitosamente alla fuga”

I finanzieri si ponevano quindi all’inseguimento del mezzo che riuscivano a fermare dopo alcuni chilometri.All’interno del veicolo, i militari hanno rinvenuto un centinaio di confezioni di marijuana per un peso complessivo pari a 208 kg che, se messe sul mercato al dettaglio, avrebbero consentito all’organizzazione criminale di lucrare oltre 1 milione e 200 mila euro.

Il giovane, concludono i finanzieri, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio e portato in carcere a Bologna, a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteRischia di soffocare, ragazzo di 14 anni salvato dallo zio sovrintendente della Polizia di Stato
Prossimo articoloProgettava reati, Carabiniere cacciato dall'Arma fa ricorso al Tar

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.