Condividi

Cherif Chekatt è stato ucciso in un blitz delle forze speciali della Polizia di Strasburgo. Il killer dei mercatini di Natale è stato intercettato nel quartiere di Neudorf, dove aveva fatto perdere le sue tracce dopo l’attentato. Il terrorista si era rifugiato in un deposito in Rue du Lazaret quando, sembra su segnalazione di un testimone, è stato scoperto e invitato ad arrendersi, ma ha ingaggiato un conflitto a fuoco con gli agenti rimenendo ucciso. Nel blitz nessun poliziotto è rimasto ferito.

Leggi anche:  Parigi, la "marcia della rabbia" dei poliziotti francesi

Christophe CASTANER, ministro dell’Interno francese – “Tre funzionari della polizia nazionale hanno visto un individuo camminare su rue Lazaret. Questo individuo corrispondeva alla descrizione della persona ricercata da martedì sera. Lo hanno arrestato e, al momento dell’arresto, per fermarlo, si è voltato sparando vero la polizia che ha immediatamente reagito”

Poco dopo l’uccisione di Chekatt, l’Isis ha riven dicato l’attentato ai mercatini di Natale di Strasburgo, sostenendo che l’autore dell’attacco era un “soldato” dello Stato islamico. La prima reazione arriva dal nostro ministro dell’Interno Matteo Salvini. “Il terrorista islamico che ha ucciso innocenti a Strasburgo è morto. Amen, non sentiremo al sua mancanza. Una preghiera per i feriti che stanno ancora lottando”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedente"Una battagliera attenta agli altri" folla e lacrime per Martina, appena 21 anni
Prossimo articoloOra il Brasile è con noi. Arriva l'ordine: arrestare Cesare Battisti