Condividi

Un imprenditore fiorentino, Stefano Mugnaini, titolare di un consorzio di gestione di centri di accoglienza per migranti nella provincia di Firenze, è stato arrestato dalla Guardia di Finanza e dai carabinieri con l’accusa di evasione fiscale per 3 milioni di euro nel periodo 2012-2017, attraverso l’emissione di fatture false per circa 17 milioni di euro: l’uomo è adesso ai domiciliari.

L’INDAGINE

L’indagine, coordinata dal sostituto procuratore Leopoldo De Gregorio e Giuseppe Creazzo, ha avuto origine da un controllo sull’utilizzo di alcuni fondi pubblici erogati per l’accoglienza dei migranti, da parte del consorzio, che negli ultimi anni ha gestito diversi centri attraverso le cooperative consociate. Le società, attive nella provincia di Firenze e, in particolare, nell’Empolese, in molti casi hanno omesso il versamento delle imposte e, in alcuni, anche dei contribuiti previdenziali, nonché emesso diverse fatture con importi notevolmente aumentati rispetto al reale a favore della società consortile, diminuendone così in modo consistente il reddito.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMondiali di nuoto 2019, Simona Quadarella conquista l'oro nei 1500m stile libero!
Prossimo articoloScatta l'allerta truffa della Polizia Postale: "Non aprite queste PEC!"