Condividi

Avrebbe dapprima pedinato la vittima, una donna che stava tornando a casa. Una volta aperto il cancello dell’abitazione l’avrebbe aggredita alle spalle rubandole il cellulare. Lo riporta Il Giornale

Così un immigrato di 22 anni originario del Gambia è stato arrestato dalla polizia di Foggia. A darne notizia è il quotidiano regionale La Gazzetta del Mezzogiorno.

La vittima al momento dell’aggressione stava parlando al telefono con un’amica con gli auricolari. È stata subito trasportata al pronto soccorso degli “ospedali Riuniti” di Foggia per gli accertamenti medici.

Intanto l’aggressore alla vista dei militari è fuggito, ma attraverso le descrizioni della donna, gli agenti sono riusciti a risalire a lui e a bloccarlo in un sottopassaggio.

Il giovane, trovato senza documenti, è stato arrestato e portato nel carcere di Foggia.

Non è la prima volta che accade un episodio simile nel capoluogo pugliese. Già lo scorso febbraio, un immigrato di 19 anni originario della Guinea aggredì un 50enne foggiano nella stazione ferroviaria, all’alba.

In quel caso l’uomo fu ricoverato in prognosi riservata nel reparto di neurochirurgia per le molteplici fratture riportate al cranio e lungo il corpo ed il giovane agressore fu arrestato con l’accusa di tentato omicidio.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMantova, detenuto aggredisce e ferisce tre agenti in carcere
Prossimo articoloContrae un virus nell'asilo in cui lavora e perde il bambino: "Attenti a questa sindrome"