Condividi

LA RICHIESTA DI DI MAIO

A fare pressing su Salvini è anche l’altro vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio, che attacca frontalmente il ministro dell’Interno: “Chi vuole incontrare le parti sociali può farlo, ma quello che mi dà noia è che lo si faccia per sviare da una questione più grande, quella di un vice primo ministro che, secondo me, deve andare a riferire in Parlamento sulla questione Russia. Io sono sicuro che ci andrà e così ci darà anche modo come maggioranza di difenderlo, ma quando un Parlamento chiama è giusto che un premier, un vicepremier, un sottosegretario risponda, soprattutto se si pensa di essere strumentalizzati ben venga un chiarimento in Parlamento. Perché quella è l’occasione per chiarirsi non davanti ai parlamentari ma agli italiani. Io penso che più ci si negherà sul come sono andati i fatti e più se ne parlerà, e noi dobbiamo occuparci di altro, non possiamo passare il tempo a parlare di un caso che la Lega considera un fuoco di paglia”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteBorsellino, desecretata la dichiarazione: "Scorta la mattina? Posso essere ucciso di sera"
Prossimo articoloCucchi, al via un nuovo processo: 8 carabinieri indagati per depistaggio