Condividi

melonipregiudizi

Giorgia Meloni si candida a sindaco di Roma. Ormai ne siamo certi e il suo annuncio di stamattina fuga ogni dubbio. Lo fa perché non può più tirarsi indietro. Le ultime discutibili e inopportune boutade di Guido Bertolaso e Silvio Berlusconi la obbligano di fatto ad una discesa in campo.
La poltrona per cui correrà Giorgia Meloni non sarà però solo quella di sindaco della capitale, ma c’è in gioco qualcosa di più importante. I valori non negoziabili, la dignità della donna intesa non come arma di scontro politico femminista ma come parte integrante della cultura occidentale ed europea.
Un’Europa che non si è ancora islamizzata e non ha ceduto alle tentazioni retrograde non può accettare una donna subalterna, relegata al ruolo di angelo del focolare, né quelle idee balzane secondo cui le donne incinte o le madri che devono curare neonati non possano fare pressoché nulla: né candidarsi, né lavorare, né amministrare una città. Non è vero, ovviamente, e deve essere la stessa Giorgia Meloni, con il coraggio che ci risulta l’abbia sempre contraddistinta, a dimostrarlo.
E’ una battaglia culturale, probabilmente anche generazionale. Alla leader di Fdi spetta il gravoso compito di dimostrare che certe idee fanno parte del passato, certe visioni del mondo non rappresentano più le nuove generazioni. E neppure, perché no?, una destra moderna, che in Italia appare ancora eccessivamente in balia di un esasperato tradizionalismo che rappresenta più un freno che una caratteristica identitaria.
Giorgia Meloni non è una femminista, non lo è nel senso boldriniano e petulante del termine, ma è una donna italiana. Una donna occidentale. Una donna forte ed emancipata perfettamente in grado di fare madre, parlamentare e sindaco.
Le donne occidentali non indossano il burqa, non sono subalterne e succubi degli uomini e stanno ottenendo sempre più conquiste, non grazie a battaglie ideologiche o trattamenti di favore come vorrebbero alcune femministe “rosse”, ma grazie alla loro forza, al loro impegno, alla loro grinta e al loro lavoro.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedente"Il mio utero in affitto? Non posso escluderlo"
Prossimo articoloATTENZIONE alle COLOMBE e ai DOLCI PASQUALI! E' ALLARME, ATTENZIONE A QUESTI TIPI, quello che contengono E' ORRIBILE! ECCO DI QUALE MARCA SI TRATTA