Da ora le Forze Armate saranno sindacalizzate: “Svolta storica per i diritti. E più tutele per morti da uranio”

Sulla stessa linea i senatori M5S della Commissione Difesa di Palazzo Madama: “Finalmente dopo decenni di attesa, grazie al ministro Trenta, viene riconosciuto il diritto dei militari ad avere un vero sindacato, superando l’obsoleto e inadeguato istituto della rappresentanza militare soggetta alla disciplina gerarchica”.

Il primo sindacato riconosciuto è un’associazione dei carabinieri. Richieste sono state presentate da decine di sigle. E anche nelle forze armate ora c’è il rischio di un moltiplicarsi delle rappresentanze. Un tema questo che alimenta la discussione all’interno della Polizia di Stato, corpo civile in uniforme dove i sindacati esistono dagli anni Ottanta. Ieri, intervenendo al congresso nazionale del Silp-Cgil, il capo della polizia Franco Gabrielli ha dichiarato che tra i compiti “del 2019, ci sarà la moralizzazione della rappresentanza sindacale”: “Una rappresentanza che deve essere effettiva: non ci possono essere 44 sottocodici perché poi ci sono i signori delle tessere. Voglio sindacati forti, rappresentati da persone credibili e rappresentative”. (repubblica.it)