Condividi

Aveva appena superato il corso e come primo incarico, 15 giorni fa, era stato assegnato a Venezia, al commissariato San Marco.

Francesco Brescia, 24 anni, originario di Monopoli (Bari), ieri pomeriggio era a Trieste, a casa della fidanzata. Qui si è tolto la vita, sparandosi con la pistola di ordinanza. Lo riporta Il Gazzettino

La notizia è rimbalzata rapidamente prima in questura a Venezia e poi nelle varie chat whatsapp. I colleghi del commissariato lagunare sono sotto choc, sconvolti per una notizia arrivata come un fulmine a ciel sereno.

Sulle motivazioni del gesto, al momento, stanno ancora indagando i colleghi della questura di Trieste.

 

 

Al momento tutte le ipotesi sono aperte, anche se nessuno dei colleghi veneziani (per quanto Francesco in due settimane non avesse ancora fatto in tempo a creare dei legami di amicizia solidi) era riuscito a intuire nulla sul suo malessere.

Ieri era di riposo, ma mercoledì aveva lavorato come ogni giorno e nessuno aveva notato qualcosa di strano o particolare nel suo comportamento

Articolo precedenteCaduta tentando di recuperare un pallone: Sarah non ce l'ha fatta
Prossimo articoloFuma in auto col figlio di 8 anni: multato dalla polizia