Condividi

“Non ho mai fatto riferimento all’uso di droghe, men che mai da parte della vittima. Chiunque lo sostiene fa affermazioni prive di fondamento, calunniose verso le istituzioni e chi le rappresenta, rischiando tra l’altro di provocare ulteriore dolore ai familiari della vittima”.

Lo dice il capo della Polizia Franco Gabrielli replicando al capogruppo della Lega alla Camera Riccardo Molinari che ieri aveva criticato le sue parole dopo l’omicidio di Luca Sacchi, annunciando azioni legali in caso di ulteriori “mistificazioni”.

Ma adesso le indagini si concentrano sulla figura di Anastasiya Kylemnik, la fidanzata della vittima. Sul tavolo degli inquirenti ci sono ancora troppi interrogativi a cui dare risposte. La ragazza, che è testimone oculare del delitto e sarà risentita nei prossimi giorni, è finita nel mirino dei rapinatori che l’hanno colpita alla testa con una mazza da baseball, probabilmente perché in possesso dello zaino pieno di soldi. Lei sin dal primo momento ha detto che “la droga non c’entra”.

A smentire la tesi sulla droga è anche il capo della Polizia Franco Gabrielli: “Non ho mai fatto riferimento all’uso di droghe, men che mai da parte della vittima”.

 

La polemica con Molinari (Lega)

“Da un capo della Polizia ci si aspetta silenzio e rispetto, perché è indegno accostare Luca Sacchi all’idea di un drogato. Più che mettere bavagli social ai propri uomini, Gabrielli si dovrebbe preoccupare di tutelarli e farli lavorare in condizioni decenti”. Aveva affermato il capogruppo della Lega alla Camera Riccardo Molinari 

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMaestra denuncia maltrattamenti su bimba e viene sospesa
Prossimo articoloSi qualifica come finanziere con il tesserino dell'ANFI. I finanzieri (quelli veri) denunciano un uomo