Condividi

Matera – Una storia di solidarietà e empatia quella che ha visto protagonisti i carabinieri della Stazione di Bernalda, in provincia di Matera, e un giovane di nazionalità tunisina. Secondo quanto raccontato i media locali, nel tardo pomeriggio di ieri 24 gennaio, un pattuglia impegnata in un servizio di controllo del territorio è stata allertata dalla centrale perché un uomo al citofono della Stazione chiedeva aiuto. Giunti in caserma, i militari dell’Arma hanno trovato un ragazzo in lacrime disperato; aveva ricevuto una drammatica notizia dalla sorella: la madre era appena morta di infarto a Napoli, dove abitava la sua famiglia.

Leggi anche:  Uccisa mentre va a comprare il pesce, arrestato l'ex marito

Oltre a dover affrontare la perdita della mamma, il giovane era affranto anche dal fatto che non aveva nemmeno un euro per poter comprare il biglietto per rientrare nel capoluogo campano ed assistere alla cerimonia funebre. I carabinieri dopo aver accertato la attendibilità del racconto del ragazzo (poi confermata ai nostri microfoni dal Comandante del Reparto Operativo Antonio Mancini), e sapendo che il tunisino, bracciante agricolo munito di regolare permesso di soggiorno

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteCarlo Bruno Ortenzi è il nuovo comandante della Forestale di Recanati.
Prossimo articoloBimbo ucciso con la scopa: chi è Tony, l'uomo fermato per l'omicidio. I vicini: "È un bravo ragazzo"

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.