Condividi

Entrato in servizio per uno dei tantissimi turni di notte, non sarebbe più tornato dai propri cari. E’ questa l’oramai tristissima e nota fine di Emanuele Anzini, ucciso la notte tra Domenica e Lunedì durante un posto di controllo da un uomo poi risultato ubriaco.

L’appuntato scelto Emanuele Anzini, che avrebbe compiuto oggi 42 anni, ha invece avuto un funerale. Nel dolore ha lasciato la sua compagna, l’adorata Susana, sua sorella, la mamma e la figlia Sara, 19 anni appena, che sui social gli ha dedicato un pensiero: ‘Ciao pa’, ti hanno strappato a me’.

Emanuele e la figlia Sara, rimasta a vivere a Sulmona, città d’origine del padre, si sarebbero rivisti a breve. Lui l’avrebbe sostenuta agli esami di maturità. Emanuele tornava spesso nella sua città d’origine. Purtroppo, questa notte, sono tornate le sue spoglie.

Il funerale è infatti stato celebrato in quella cittadina che tanto aveva amato, alla presenza di amici, famigliari, colleghi di lavoro. Al funerale hanno preso parte Nazareno Santantonio, comandante provinciale dei carabinieri, il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri Giovanni Nistri e il sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo.

LEGGI ANCHE: “Volle diventare Carabiniere come il papà, era nell’Arma per passione” Il ricordo commosso di Emanuele Anzini

Questo il messaggio di Tofalo sui social: “Oggi a Sulmona abbiamo dato l’ultimo saluto all’Appuntato Scelto Emanuele Anzini che ha perso la vita la scorsa notte mentre svolgeva servizio nella provincia di Bergamo. Emanuele proprio oggi avrebbe compiuto 42 anni. È stata forte la commozione nel sentire le parole della figlia Sara, orgogliosa del padre che indossava l’uniforme dei Carabinieri. Non ci sono parole per alleviare il suo dolore, quello dell’anziana madre Eleonora, della sorella Catia, della compagna Susi e di tutti i suoi affetti più cari. Oggi li ho stretti forte in un commosso abbraccio insieme al Comandante Generale Giovanni Nistri. Le Istituzioni, l’Arma dei Carabinieri sono e saranno per sempre accanto a voi!”

“Volle diventare Carabiniere come il papà, era nell’Arma per passione” Il ricordo commosso di Emanuele Anzini

Articolo precedenteWhatsApp, a partire dal 2020 arriverà la pubblicità nelle storie degli utenti
Prossimo articoloCarabiniere travolto e ucciso, orrendi insulti sul web: "devono mori tutti"