Condividi

Una ennesima tragica storia di bullismo ci viene raccontata in queste ore dal giornale “The Post Internazionale”. Protagonista una giovane di 16 anni Gail McKinney, del regno unito, che ha deciso di togliersi la vita dopo anni di bullismo.

A raccontare la triste storia a mesi di sitanza dall’accaduto è la mamma Paula, ancora oggi incredula e addolorata per un gesto inaspettato, mai preceduto, pare, da richieste d’aiuto.

Mai i genitori infatti erano venuti a conoscenza di quanto stava accadendo alla figlia e di quanto avesse dovuto subire nell’arco dell’adolescenza. Sono state le indagini successive a chiarire il quadro.

I compagni di scuola lan deridevano, perseguitandola con epiteti e prese in giro continue. “Racchia”, “brutta”, “grassa”. La giovane, con problemi di sovrappeso, non era riuscita ad integrarsi in nessun gruppo ed era stata poco a poco isolata. Al contrario delle compagne, non si truccava, nè vestiva alla moda. Una ragazza fuori dal coro in un ambiente che non accetta il diverso. La mamma di Gail McKinney si era accorta di questa differenza ogni volta che accompagnava sua figlia a scuola: ma la ragazzina non voleva affatto assomigliare alle sue coetanee.

“Gail è stata taggata in un video di un bambino vittima di bullismo, era circondato da circa 20 bambini e due o tre lo prendevano in giro”. “Succede continuamente, ovunque” racconta ancora la madre al SUN.

Come spesso accade ai giovani vittime di bullismo, non tutti riescono ad aprirsi. Anche Gail nascondeva gli atti che subiva:. “Non ne abbiamo mai saputo nulla fino a molto tempo dopo. Teneva tutto per sé. Pensava che se non avesse rivelato nulla l’avrebbero lasciata stare”. Ma è andata diversamente. E la ragazza, dopo un po’, non ce l’ha più fatta.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedentePresunto violentatore castrato a morsi da un pitbull, diffuso in rete il video
Prossimo articoloVomita al supermercato e minaccia cassiera: “sei donna, pulisci tu”. Arrestato

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.