Condividi

Gli gli hanno avvolto la testa in un involucro di plastica: morto per asfissia

Gatto ucciso a Fagnano con un sacchetto al collo

Il micio grigio, di dieci anni, viveva in una corte, accudito e amato dalle famiglie Ignoti gli hanno avvolto la testa in un involucro di plastica: è morto per asfissia

LUCCA. Era conosciuto da tutti, accudito da un intero quartiere, questo gatto di strada aveva conquistato numerose famiglie con la casa che si affaccia su una delle corti di Fagnano

Adesso la notizia che ci giunge dal Tirreno è delle più brutte: questo bellissimo micio grigio senza nome è stato assassinato

Era scomparso da giorni, fino a quando Lunedì scorso, di mattina, è stato ritrovato.

Qualcuno rimasto purtroppo ignoto gli ha coperto la testa con un sacchetto di plastica che poi ha legato intorno al collo del malcapitato gatto.

 

 

Sembra che nei momenti successivi, il gatto sia stato visto girovagare nella stessa zona. Una signora addirittura lo avrebbe visto, in quelle condizioni, mentre era alla guida della propria auto.

Fermatasi per cercarlo non lo avrebbe però più ritrovato.

Probabilmente spaventatissimo dalla situazione non si lasciava avvicinare. I gatti, si sa, quando stanno male sfuggono.

Allora la voce di questa atrocità si è subito diffusa in tutta la zona, si doveva cercare di aiutare in qualche modo quel povero gatto col sacchetto sulla testa e legato al collo.

Purtroppo però, nonostante la buona volontà di molti cittadini, non c’è stato nulla da fare. Di quel bellissimo micio niente più tracce.

Ore di silenzio, fino ad essere ritrovato senza vita davanti allo scalino della casa di una delle “sue” famiglie, nella corte che rappresentava il suo piccolo mondo.

È stato trovato così, come si vede nella foto pubblicata dal Tirreno che ha riportato la notizia.

 

 

Ritrovato con il sacchetto ancora avvolto alla testa e legato, morto con tutte le probabilità per asfissia.

Morto per la cattiveria, la spietatezza di chi o non sopportava la sua presenza o che forse quel giorno voleva fare male, senza motivo o per un gioco spietato, a un animale.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteTariffe, bollette più salate da gennaio: scattano gli aumenti per luce e gas
Prossimo articoloBonus di 60mila euro per chi si trasferisce a vivere in Svizzera