Condividi

I carabinieri del reparto territoriale di Gela (Caltanissetta) stanno eseguendo 16 misure cautelari ed una ventina di perquisizioni nei confronti di persone che farebbero parte di un’associazione per delinquere dedita allo spaccio di cocaina, hashish e marijuana.

OPERAZIONE “BOOMERANG”

Nell’operazione, denominata «boomerang» e coordinata dalla Dda nissena, sono impiegati oltre 90 carabinieri nelle province di Caltanissetta, Milano, Treviso, Siracusa, Agrigento, Ragusa. Nell’indagine, i militari hanno ricostruito i canali di ingresso dello stupefacente a Gela per un giro di affari stimato in almeno 35mila euro al mese. Avviata nel 2017 dalla Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile di Gela e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Caltanissetta, ha permesso di acquisire elementi indiziari gravi e univoci relativi all’esistenza ed alla piena operatività di un’associazione per delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, marijuana ed hashish nel territorio di Gela, facente riferimento alla figura di Giacomo Gerbino.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteApricena, arrestato il sindaco leghista Antonio Potenza
Prossimo articoloBibbiano, la dichiarazione di Salvini: "Oggi sarò lì, in difesa di chi non si può difendere!"

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.