Gemellini uccisi, la mamma: «Voglio ricordarli col sorriso. Ho tanta rabbia, ma non odio»

È passato poco più di un mese dalla tragedia dei gemellini Diego ed Elena Bressi, uccisi dal padre poi suicida nel lecchese. La madre dei due bambini, Daniela Fumagalli, in un’intervista a Walter Veltroni sul Corriere della Sera ha raccontato il suo dolore dopo quel dramma che ha devastato la sua vita, provocato dal marito da cui si era separata. «Ha fatto ciò che ha fatto per fare del male a me», le parole della donna.

«Ha tolto quelle sue creature al futuro che dovevano vivere – continua – Non voglio né posso ricordarli come li ho visti l’ultima volta, voglio ricordarli col loro sorriso». Secondo Daniela il marito aveva «problemi da molto tempo. Ha fatto qualcosa di spaventoso, come si possono uccidere i propri figli a mani nude? Mani che dovrebbero servire per accarezzare, rincuorare chi ti guarda come un riferimento».

Quanto a Elena e Diego, dove arrivavano «portavano allegria e vita. Riuscivano ad essere di conforto per tutti, a cominciare dai nonni – le parole della mamma – mi mancano tantissimo». E niente odio: «Non so cosa voglia dire questa parola. Ho dentro tanta rabbia, tanta tristezza, rammarico. E poi su chi potrei riversare l’odio? Su qualcuno che non c’è più e che mi ha odiato profondamente? Sarebbe giusto ripagare con la stessa moneta?».

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche