Condividi

ImmagineLondra, 22 gennaio 2015 – La Farnesina sta seguendo il caso. La Farnesina è all’opera sul caso di un cittadino italiano dichiarato come “irreperibile” in Libia. Lo ha detto il Ministro degli Esteri Paolo Gentiloni oggi a Londra. ”Seguiamo il caso con il riserbo che è consueto in queste situazioni”, ha aggiunto. Si tratterebbe di un medico.
Intanto la procura di Roma ha aperto un fascicolo sul caso. L’uomo – si è appreso – è il settantenne Ignazio Scaravilli, catanese, e di lui non si sa più nulla dal pomeriggio del 6 gennaio scorso. Il fascicolo aperto dal pm Sergio Colaiocco, contro ignoti, è per sequestro di persona con finalità di terrorismo.
Scaravilli, specialista ortopedico, si era recato in Libia per dare il proprio contributo all’ospedale di Dar Al Wafa, nella zona di Suq Talat. A segnalare l’allontanamento del medico sono stati i suoi colleghi, ma allo stato non ci sarebbero testimoni diretti della scomparsa. Il pm Colaiocco ha incaricato i carabinieri del Ros di compiere gli accertamenti.

Fonte: ANSA

E.R.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteGentiloni: «Terrorismo, rischi di infiltrazione dagli immigrati»
Prossimo articoloMaestra arrestata nel Casertano, maltrattava alunni di scuola elementare