Eccellenze italiane: ricercatrice premiata negli Stati Uniti per proteina contro il tumore

Quando queste cellule “impazziscono” cominciano a riprodursi in modo anomalo e provocano malattie ossee, anemia, problemi renali e ipercalcemia. Il mieloma è un tumore incurabile, secondo per incidenza dopo il linfoma non-Hodgkin. Io sto studiando in particolare la proteina “Robo1″, un pezzo molto importante del tumore: durante gli esperimenti, in vitro e su modelli animali, togliamo questa proteina dal tumore, e vediamo come quest’ultimo si comporta in sua assenza”.

Queste ricerche potrebbero un giorno portare a sconfiggere il mieloma multiplo, facendo diventare la proteina Robo1 bersaglio di nuovi farmaci e chemioterapie.

Giada Bianchi continuerà a studiare l’argomento, per scoprire nuovi meccanismi e target per terapie innovative.

Il progetto della ricercatrice sull’importanza di questa proteina è in corso di pubblicazione, e verrà da lei presentato in una sessione orale al meeting annuale della Società Americana di Hematology (ASH) che si terrà questo dicembre a Orlando, in Florida. (fonte: firenze.repubblica.it)