Condividi

CUCCHI/TONELLI: “NULLA DA TEMERE. LE VERITA’ DANNO FASTIDIO”

Gianni Tonelli, attuale segretario aggiunto del sindacato di polizia SAP e neoeletto in parlamento con la Lega Nord è stato condannato dal Tribunale di Bologna a 500 euro di multa per “Una pluralità di condotte esecutive di un medesimo disegno criminoso” si legge “di Ilaria Cucchi, Giovanni Cucchi e Rita Calore

Le querele nei miei confronti vengono ormai fatte con il ciclostile per tapparmi la bocca – ha dichiarato Tonelli – Io parlo per verità, verità che sono negli atti processuali anche se a qualcuno danno fastidio”

In particolare, al deputato (ai tempi segretario Generale del SAP, Sindacato Autonomo di Polizia, ndr) viene contestato un post su un social network dove aveva commentato una vicenda giudiziaria che lo contrappone a Ilaria Cucchi, la sorella di Stefano, per le dichiarazioni rilasciate in alcune interviste.

Leggi anche:  Licenziato dopo 40 giorni di lavoro: 47enne risarcito con 300mila euro

Risultati immagini per gianni tonelli salvini

Proprio questo episodio ha portato a un decreto penale di condanna.

Tonelli -ha commentato Ilaria Cucchi, sorella di Stefano- ha fatto e fa politica sulla nostra pelle

Il sindacalista ha subito invece annunciato una opposizione al provvedimento: “per me sarebbe più comodo -ha detto- pagare per estinguere il reatoContinuerò a sostenere la stessa posizione perché gli atti processuali sono chiari“.

Se un magistrato ha fatto una valutazione superficiale -ha continuato l’On. Tonelli-, senza neanche sentirmi, perchè è un decreto penale di condanna, non mi preoccupo, dormirò sonni tranquilli

Leggi anche:  Poliziotto blocca un pedofilo in attesa dei colleghi: condannato per sequestro di persona

Chiaro il messaggio che passa anche tramite il sito del sindacato di riferimento:

 

gianni tonelli

 

Il percorso della verità risulta spesso arduo, difficile e ricco di ostacoli, ma il valore assoluto va comunque perseguito sfidando tutte le avversità e non facendosi intimidire. I processi mediatici servono non interessi superiori ma di parte. Per questo non demorderemo e tenacemente porteremo all’attenzione del dibattito pubblico le prove contenute negli atti processuali per illuminare la vera verità“.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteTunisino pesta un anziano, subito rilasciato. Poi pesta un poliziotto ma è di nuovo libero
Prossimo articoloUn oncologo spiega come dimagrire senza dieta. "E facile, ma non ci avevate mai pensato"