gioca con il cane di famiglia: bimbo di 2 anni ferito gravemene

Stava giocando con il cane di famiglia quando improvvisamente quest’ultimo l’ha azzannato al volto. Attimi di  apprensione a Parma per un bambino di soli 2 anni, rimasto gravemente ferito dopo essere stato aggredito dall’animale nella serata di ieri, mercoledì 8 luglio, in via Po. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, erano da poco passate le 22 quando il cane ha attaccato il bambino, mentre facevano la consueta passeggiata prima di andare a dormire. Improvvisamente, mentre stavano giocando, l’animale lo ha preso di mira colpendolo al viso. Immediatamente trasferito all’ospedale Maggiore, il piccolo è stato poi ricoverato nel reparto maxillo-facciale in gravi condizioni, anche se non è in pericolo di vita. La prognosi dei medici è di circa un mese.

Anche i carabinieri di Parma si sono recati nel luogo in cui è avvenuto l’incidente per effettuare un sopralluogo ed ascoltare i genitori, ovviamente sconvolti per l’accaduto. Le condizioni del bambino, che perdeva molto sangue, erano apparse subito critiche, ma il suo quadro clinico è poi sensibilmente migliorato durante la notte. Il cane, secondo le prime testimonianze raccolte, non avrebbe avuto in precedenza alcun atteggiamento aggressivo. Intanto, proseguono gli accertamenti per capire cosa sia successo: è probabile che un movimento o un gesto brusco del bambino abbia fatto sentire in pericolo l’animale che ha così reagito per difendersi. Ma al momento si tratta solo di ipotesi. Non è la prima volta che si verifica un episodio del genere. Solo qualche settimana fa a Martina Franca, in provincia di Taranto, una bambina di 8 anni è stata azzannata alla testa da un bulldog uscito all’improvviso da una delle ville della zona mentre era in bicicletta con una amica. Le ferite riportate dalla piccola sono state suturate con 40 punti, per la maggior parte utilizzati per la ricostruzione del cuoio capelluto. Sempre in Puglia, all’inizio di aprile, un bimbo di otto mesi è stato ucciso da un cane corso davanti alla mamma e alla nonna a Torre Pali, frazione di Salve, provincia di Lecce, Basso Salento, mentre il giorno dopo a San Cesario di Lecce, un bimbo di 3 anni è stato azzannato al volto dal cane dello zio ma è riuscito a salvarsi.

 

 

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche